Ordini Telefonici 06.69357264 - Spedizioni gratuite oltre i 49 €
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
24 %

MUSCLE DETOX SPECIAL PACK -Come Perdere Fino a 4 Kg In 9 Giorni, SENZA FAME- By Claudio Tozzi

muscle detox_9 gg GeoPaleoDiet Integratori

149,00

197,00 Sconto del 24 %

1

Spese di spedizione: gratis

Si tratta di tutti gli integratori necessari per ottimizzare il processo di disintossicazione e purificazione legato al programma www.mdmuscledetox.com di Claudio Tozzi.

Il set completo comprende

- n° 1 ALKAWATER  37 ml - dura circa un mese

- n° 1 Acetil Carnitina (Muscle Detox) - 60 cpr

- n° 1 BCAA (Muscle Detox)  - 140 cpr

- n° 1 Glutammina (Muscle Detox) - 100 grammi

- n° 1 Natural Nitrix  (Muscle Detox) - 64 cpr

- n° 1 OMEGA 3 Virgin Salmon (GeoPaleoDiet Integratori)- 60 soft gel da 1 g

TUTTI GLI INTEGRATORI NECESSARI PER IL MUSCLE DETOX A PREZZO SPECIALE: 149 Euro invece di 197 Euro

 

Potrebbero interessarti anche

Il Nuovo Prodotto della linea Muscle Detox, per:  ✓ Migliorare la qualità del sonno con la Melatonina ✓ Azione vasodilatrice delle arterie per il contenuto di arginina e ornitina  ✓ Azione anti cortisolo ✓ Aumento del benessere generale  ​​​​​​​Posologia: una compressa al giorno prima di andare a dormire   Composizione:  L-ornitina-alfa-chetoglutarato........ ....312,5 mg  L-arginina-alfa-chetoglutarato............250    mg â€‹â€‹â€‹â€‹â€‹â€‹â€‹ Glicina................................................250    mg L-glutammina.....................................250    mg  L-lisina...............................................125    mg  Melatonina.........................................125   mcg NATURAL NITRIX è un integratore alimentare a base di L-ornitina-alfa-chetoglutarato, L-arginina-alfa-chetoglutarato, glicina,L-glutamina, L-lisina e melatonina. Ingredienti: L-ornitina-alfa-chetoglutarato;addensante: cellulosa microcristallina; L-argininaalfa- chetoglutarato, glicina, L-glutamina, L-lisina;addensante: fosfato dicalcico; agenti antiagglomeranti:sali di magnesio degli acidi grassi, biossido di silicio; melatonina. Può contenere tracce di: latte, soia. Modo d’uso: Deglutire 1 compressa al giorno con acqua o altro liquido a scelta prima di andare a dormire  Confezione: 64 compresse Avvertenze: Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Non utilizzare in gravidanza e nei bambini o comunque per periodi prolungati senza sentire il parere del medico. Modalità di conservazione: Conservare il prodotto in un luogo fresco ed asciutto lontano da fonti di calore. Richiudere accuratamente la confezione dopo l'uso. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto integro, correttamente conservato.  

Aggiungi al carrello
AlkaWater è un innovativo ed esclusivo integratore liquido concentrato alcalino, che aggiunto all'acqua da bere è utile per elevare il pH dell'acqua potabile. Favorisce, con i suoi minerali (potassio, sodio, cloro, selenio, boro, molibdeno) ed i suoi oligoelementi presenti nella giusta proporzione nell'esclusiva soluzione salina naturale, il fisiologico equilibrio acido-basico dell'organismo e ne rinforza il sistema immunitario. Nuova formula! AlkaWater è una nuova formulazione di un concentrato alcalino utile per elevare il pH dell'acqua potabile. Tramite i suoi ioni minerali e grazie agli oligoelementi presenti in proporzione naturale nel sale cristallino Himalayano utilizzato, supporta e sostiene l'equilibrio acido-basico fisiologico del nostro organismo. Il minerale preponderante di questo preparato è il potassio che contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso, alle normali funzioni muscolari e al mantenimento della pressione sanguigna agevolato anche dalla presenza del sodio presente nella soluzione in rapporto fisiologico rispetto al potassio. La presenza del cloro contribuisce, all'interno dello stomaco, alla produzione dell'acido cloridrico che favorisce la digestione. Inoltre, questo integratore contribuisce, tramite l'apporto di selenio, alla normale funzione del sistema immunitario, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e alla normale funzione tiroidea, effetto rafforzato pure dal boro che contribuisce anche alla normale funzione cognitiva, al mantenimento di ossa normali, alle normali funzioni cardiovascolari e alla normale protezione da metalli pesanti. Ed ancora, tramite il molibdeno, contribuisce al normale metabolismo degli aminoacidi. Il giusto apporto di acqua (almeno 2 litri al giorno) contribuisce al mantenimento delle normali funzioni fisiche e cognitive e alla regolazione della temperatura corporea. Un semplice bicchiere d'acqua per restare in salute! Questo concentrato è stato progettato per essere usato con qualsiasi buona acqua potabile purché non gassata e non eccessivamente ricca di bicarbonati (HCO3-), preferibilmente sotto i 150 mg/l. Vanno bene tutte le acque oligominerali con residuo fisso non superiore a 250 mg/l (ancora meglio 150 mg/l) ed anche l'acqua depurata con i sistemi ad osmosi inversa che sono in grado di regolare il residuo fisso a piacimento. Pertanto, è utilizzabile con la maggior parte delle acque minerali commerciali, con acqua distillata ed acqua di rubinetto opportunamente filtrata. Per conoscere il pH con la precisione che si desidera raggiungere, usare delle cartine tornasole o altri sistemi di controllo del pH. Il valore del pH massimo raccomandabile dell'acqua potabile è quello indicato nel DL 31/2001, ossia ph 9.5. Dosaggio e Modalitá di assunzione Diluire 5 gocce in mezzo litro d'acqua oligominerale naturale con residuo fisso non superiore a 250 mg/l. Ogni giorno, bere da 3 a 5 bottiglie da mezzo litro d'acqua così trattata, secondo il proprio peso corporeo (30 cc per ogni Kg di peso corporeo), preferibilmente prima dei pasti perché così si agevola la digestione. Agitare la boccetta prima di prelevare le gocce. Ingredienti Acqua distillata, Cloruro di potassio, Idrossido di Potassio, Acido borico, Molibdato di sodio diidrato, Selenito di sodio,  Cloruro di Sodio (Sale Cristallino Himalayano).  Come avere acqua alcalina? Prelevandola direttamente da numerose sorgenti e dai ruscelli di montagna. Utilizzando lo ionizzatore d'acqua come fanno i Giapponesi e Russi da oltre 40 anni, e gli Americani da 30 anni. Utilizzando poche gocce di Alka Water com'è indicato nel dosaggio in etichetta. Perchè utilizzare AlkaWater? Come abbiamo appena detto, ci sono vari modi per procurarsi una buona acqua alcalina. Ebbene, il modo più pratico, immediato ed economico è quello di elevare al pH desiderato l'acqua potabile opportunamente filtrata (o oligominerale naturale in bottiglia) tramite il concentrato alcalino AlkaWater. L'efficacia di AlkaWater è determinata dall'immediata biodisponibilità dei suoi minerali (potassio, sodio, cloro, selenio, boro, molibdeno) ed oligoelementi che contribuiscono a mantenere l'equilibrio acido-basico e a rinforzare il sistema immunitario del nostro organismo. Avvertenze Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Tenere il prodotto lontano dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Non utilizzare tal quale perché è caustico. Non superare la dose consigliata. Dopo 6-12 mesi di utilizzo continuativo, se ne consiglia l'utilizzo per 20 giorni su 30. Evitare il contatto con occhi, mucose e ferite: in caso di contatto, sciacquare abbondantemente. Sospendere l'uso in caso d'ipersensibilità   Equilibrio acido-basico Il principale impegno del corpo umano è mantenere costante l'equilibrio acido-basico. Noi ricaviamo l'energia necessaria per le nostre funzioni corporee dal cibo. Dopo la cessione di energia da parte del cibo restano rifiuti acidi. Il corpo cerca di fare del proprio meglio per disfarsi di questi acidi tramite l'urina, la sudorazione ed espirando biossido di carbonio. Alcuni acidi tossici non possono essere rimossi facilmente tramite i modi appena citati. Pertanto, il corpo sottrae calcio al sistema scheletrico per neutralizzare tali eccessi di tossine acide e creare un ambiente più sicuro provocando, però, una riduzione della densità ossea. Il corpo umano è una sorprendente macchina progettata per la massima sopravvivenza. Quando una parte è danneggiata, altre parti cercano di compensarvi. Anche se ciò potrebbe determinare dei danni a lungo termine, la sua priorità è la sopravvivenza nell'immediato. Il cibo produce continuamente rifiuti acidi che si aggiungono a quelli del metabolismo cellulare e il corpo fa del suo meglio per eliminarli. Tuttavia, se non dispone di una sufficiente scorta di minerali alcalini, il corpo non può disfarsi al 100% di tali rifiuti acidi. Al fine di mantenere il pH sanguigno costante, il corpo adotta un abile stratagemma: converte gli acidi liquidi in acidi solidi, colesterolo e acidi grassi, evitando l'abbassamento del pH sanguigno. INGEGNOSA STRATEGIA! Qual è il danno a lungo termine di questo processo strategico? Il sangue, addensandosi, rallenta la circolazione a tal punto da non fornire abbastanza ossigeno e sostanze nutritive agli organi vitali causando, così, qualunque tipo di malattia e, eventualmente, la morte. Questo è il risultato inevitabile quando lo squilibrio acido-basico propende verso l'acidità. A questo punto, il corpo necessita di aiuto esterno per innalzare il livello alcalino e ristabilire l'equilibrio acido-basico. L'acqua rinigiovanisce e nutre le cellule Il corpo umano alla nascita è composto da oltre l'80% di acqua alcalina: ciò per compensare gli acidi prodotti dal metabolismo cellulare e digestivo. E non è un caso se il liquido amniotico e il latte materno sono alcalini. Se il nostro cibo è troppo acido e se non beviamo abbastanza acqua alcalina, con l'età pian piano, il nostro corpo si disidrata e diventa acido. La salute e la vita delle nostre cellule non sono compatibili con un ambiente acido, ecco perché siamo vittime d'invecchiamento precoce e morte prematura. Ora che sappiamo la causa dei nostri problemi di salute, possiamo difenderci bevendo sufficiente acqua viva ed alcalina. L'acqua alcalina è il miglior solvente ed antiossidante Tutti sappiamo che l'acqua è il solvente universale: nessuno penserebbe di lavare i panni sporchi con un qualsiasi altro liquido (latte, vino, benzina, ecc.). Come serve acqua pulita per detergere oggetti e panni sporchi, a maggior ragione ne occorre per pulire l'interno del nostro corpo. L'acqua che beviamo serve per tre funzioni essenziali: produzione di energia idroelettrica, trasporto alle cellule delle sostanze nutritive ed eliminazione dei rifiuti metabolici e non. L'acqua potabile deve essere pura e viva, in modo da svolgere al massimo le funzioni predette. L'acqua viva e bioattiva si trova naturalmente presso alcune sorgenti e nei ruscelli che scorrono dall'alta montagna. I giapponesi già da 50 anni utilizzano degli apparecchi (ionizzatori d'acqua) che rivitalizzano la comune acqua di rubinetto rendendola simile a quella di alcune famose sorgenti conosciute fin dall'antichità per le loro virtù benefiche. L'acqua alcalina, pertanto, è il miglior ed economico antiossidante perché promuove una maggior eliminazione dei rifiuti acidi metabolici, compresi i radicali liberi. AlkaWater ed acqua alcalina ionizzata L'AlkaWater, inoltre, è indicato per migliorare l'alcalinità dell'acqua alcalina degli ionizzatori d'acqua. Per ottenere ciò, si usa acqua alcalina dello ionizzatore del 1°/2° livello e si aggiungono le gocce necessarie per raggiungere il pH più elevato desiderato. Questo metodo attenua il livello degli ioni Ca++ (il cui eccesso potrebbe procurare dei difetti di coagulazione, ostacolare il sistema nervoso, muscolare e renale; potrebbe interferire con gli effetti del Verapamil, che è un vasodilatatore, essere causa di arteriosclerosi, cardiopatie, artrosi, attacchi ischemici, malattie renali, ecc.) senza dover rinunciare all'utilizzo di alti livelli di pH, ottenuti con l'apporto di adeguate quantità di ioni K+ e Na+ presenti nel concentrato alcalino. Perché, allora, lo ione cloruro (Cl-) insieme al potassio ed al sodio? Senza di esso non può esserci produzione di acido cloridrico (con tutte le conseguenze a livello digestivo) e senza produzione di acido cloridrico non c'è produzione di bicarbonati (con inevitabili conseguenze sull'equilibrio acido-basico a livello digestivo e metabolico). Il ruolo del cloro è di primaria importanza nel processo omeostatico dell'equilibrio acido-basico poiché ne è un elemento complementare essenziale.

Aggiungi al carrello
La glutamina è un aminoacido neutro ed è l'aminoacido più abbondante presente nel muscolo e il sangue umano. Infatti, il 60% della riserva libera di aminoacidi nelle cellule muscolo scheletriche è composto di glutamina. La glutamina è nota come un aminoacido condizionatamente essenziale perchè nei momenti di stress (l'attività fisica è stress) il corpo ne ha un bisogno maggiore per mantenere le riserve ematiche e muscolari di glutamina. La glutammina è un aminoacido non essenziale che costituisce più del 50% del pool aminoacidico. Già nel 1990 Perry-Billings et altri, e nel 1991, Calder e Newsholme, hanno provato che la glutamina aiuta in modo importante il sistema immunitario. L'allenamento strenuo sportivo è un comunque un attacco al nostro sistema difensivo, che dovrà provvedere a ripulire e riparare il terreno cellulare danneggiato anche dallo stress e/o dalla vita privata. Ora, gli immunociti deputati a questo compito richiedono un alta quantità di glutamina nel plasma, per essere coadiuvati a questo compito. Conseguentemente se i livelli di questo aminoacido sono nel sangue sono normalmente bassi (perché la maggior parte è utilizzata dalle cellule dell'intestino tenue), la glutamina disponibile non basta e quindi dovrà venire estratta dal nostro patrimonio muscolare. Questo perchè esiste la sindrome da intestino eccessivamente permeabile o "leaky gut" (SAPI o LGS) che si accompagna ad uno stato infiammatorio sistemico, iper-reattività del sistema immunitario, sovraccarico del fegato e del sistema nervoso. I sintomi più frequenti sono quelli intestinali come gonfiore, diarrea e crampi, ma spesso compaiono anche sintomi generali come stanchezza, mancanza di energia, allergie ed intolleranze. La glutammina ripristina quindi la corretta non-permeablità intestinale, dovuta a cereali, latticini, legumi e stress.  La glutamina contenuta nei muscoli  è soltanto il 5-7% delle proteine totali e quindi il nostro organismo la produce a partire da altri aminoacidi, depauperando lentamente e inesorabilmente, la massa magra che avevamo così faticosamente acquisito. Questa "deleteria“ utilizzazione della glutamina dipende soprattutto dall'aumento dei livelli di cortisolo, un glucocorticoide che viene rilasciato in tutti i casi di stress sia patologico, sia indotto dall'esercizio fisico. Se il cortisolo è alto, l'estrazione e la produzione di glutamina (ma anche di un altro aminoacido glucogenetico, l'alalina) viene enormemente aumentata,rallentando o addirittura impedendo la crescita muscolare. La somministrazione orale o parenterale di glutamina può quindi migliorare il bilancio dell'azoto, aiutando l'atleta ad incrementare la massa magra ( e nel sedentario mantiene la massa magra impedendo l' indebolimento e l' invecchiamento), in quanto l'organismo utilizza l'integrazione dell'aminoacido invece di smontare le nostre proteine muscolari. L'acido glutaminico, prodotto nel cervello dalla glutamina (è l'unico aminoacido che riesce a passare la barriera ematoencefalica), svolge altra due funzioni fondamentali: • insieme al glucosio, è il carburante delle cellule celebrali; • combinandosi con l'ammoniaca (provoca il senso di fatica durante l'esercizio fisico), disintossica il cervello riconvertendosi nella forma primaria di glutamina. Anche l'ammoniaca nel fegato viene smaltita da questo importante aminoacido. • Anche il cervello quindi beneficia degli effetti della glutamina, in quanto la quantità di glucosio che può immagazzinare è limitata e se i livelli dell'aminoacido sono adeguati si può migliorare la funzionalità celebrale. Il glutammato monosodico dei comuni dadi da brodo e dei cibi cinesi, contiene acido glutaminico. • Altra funzione della glutamina è quella sul volume cellulare. Come abbiamo visto parlando della creatina, l'aumento della grandezza cellulare può essere il segnale per far partire gli stimoli anabolici ed anticatabolici. • La glutamina, in studi con animali, ha dimostrato di essere il più forte voluminizzatore cellulare tra quelli provati.  Se studi su umani confermeranno questa caratteristica, l'integrazione di questo aminoacido per l'aumento della massa muscolare è destinata a diventare di routine. Ulteriori azioni della glutamina sono: • sintesi del Glutatione (un importante anti-ossidante prodotto dal nostro corpo); • trasporto di azoto e atomi di carbonio; • sintesi di Urea (fegato); • sintesi dell'RNA; • sintesi di Glucosio/Glicogeno; • componente del pool aminoacidico, • carburante metabolico; • ridurrebbe il desiderio di alcool; • viene utilizzato sperimentalmente nel trattamento della • depressione, nelle ulcere peptiche, epilessia, schizofrenia e • senilità; • aumenterebbe i livelli dell'ormone della crescita  La combinazione glutamina + aminoacidi ramificati, sembrerebbe l'optimun per ottenere i migliori risultati. Infatti, come abbiamo visto, dopo una dura seduta di allenamento, l'organismo utilizza le poche scorte disponibili di glutamina e di alanina per ripristinare l'equilibrio precedente. Quindi comincia a smontare le proteine muscolari, ma soprattutto aminoacidi ramificati, che attraverso il ciclo alanina-glucosio, vengono trasformati in glucosio per sopperire all'esaurimento del glicogeno muscolare. Se si potenziano quindi i ramificati con la glutamina si ritarda notevolmente l'esaurimento delle riserve di glucogenetici, riducendo notevolmente il catabolismo muscolare e favorendo il Recupero. Addirittura molti atleti riferiscono di "sentire" la differenza tra i prodotti contenenti i soli ramificati e quelli associati alla glutammina. I risultati sul "campo" di questa combinazione sono estremamente positivi ed incoraggianti. Ingredienti: glutammina pura micronizzata - Kyowa Quality  Confezione da 100 grammi in polvere - misurino incluso della confezione  ​​​​​​​Posologia consigliata: 3 grammi al giorno in acqua 

Aggiungi al carrello
Gli aminoacidi ramificati ovvero i BCAA, al pari delle proteine, rientrano nella categoria degli integratori plastici, ovvero che favoriscono la sintesi e l’anabolismo muscolare. Il loro impiego in ambito sportivo produce effetti diversi in virtù del momento dell’assunzione. Valina, leucina ed isoleucina (sono questi i 3 aminoacidi presenti negli integratori di BCAA) rappresentano 3 aminoacidi essenziali che l’organismo utilizza anche a scopo energetico. A tal proposito, assunti prima dell’attività (almeno 40 minuti prima), contrastano la degradazione delle proteine muscolari e ritardano anche la comparsa del senso di affaticamento. Quest’ultimo effetto è principalmente dovuto al fatto che, tanto i BCAA, tanto il triptofano raggiungono il cervello mediante i medesimi canali d’accesso. Il triptofano, una volta nel cervello, è trasformato in serotonina, neurotrasmettitore che fornisce l’input dello stato di affaticamento. Maggiore è il triptofano nel cervello, maggiore sarà la produzione di serotonina e conseguentemente il senso di affaticamento. I BCAA, competendo con il triptofano, ne ostacolano l’ingresso, rallentando l’insorgere del senso di affaticamento. Quali sono gli Aminoacidi Ramificati? Composizione chimica Da recenti studi emergerebbe addirittura che i BCAA abbiano l’effetto di stimolare il rilascio di testosterone dopo l’esercizio fisico(1), in tal senso occorrerebbe assumerli circa un’ora prima per ottenere poi un aumento del testosterone sierico poco dopo il termine dell’allenamento. Una loro assunzione dopo l’allenamento agevola il recupero ed espleta le funzioni plastiche tipiche degli aminoacidi. La valina svolge le sue principali funzioni nel coordinamento muscolare, nella concentrazione, nelle funzioni nervose. L’isoleucina è fondamentale per la formazione dell’emoglobina, ed è implicata nella sintesi proteica. La leucina svolge un fondamentale ruolo plastico rispetto al muscolo, stimolando la sintesi proteica e rientrando negli elementi proteici costitutivi. Inoltre un suo impiego stimolerebbe il rilascio di GH(2). Nel corso dell’attività sportiva vi è un forte impiego (ossidazione) di leucina nel muscolo, tale da abbassare drasticamente il suo quantitativo. Gli aminoacidi ramificati sono in grado di ripristinare la massa muscolare solo in soggetti affetti da patologie epatiche, in chi ha subito interventi chirurgici, o in chi ha subito traumi. Queste sostanze sono un aiuto agli alcolisti limitando la atrofizzazione della massa muscolare ed agiscono sui neurotrasmettitori contribuendo a prevenire i disturbi neurologici che si accompagnano all’abuso di alcol. Sembra da studi fatti che questi tre aminoacidi possano essere utili nella Sclerosi amiotrofica laterale SLA malattia di Lou Gehrig ( consultare sempre il proprio medico curante). Il fabbisogno giornaliero “minimo” dei 3 aminoacidi ramificati BCAA in esame è di : 80mg/kg/die per la leucina, 46mg/kg/die per la isoleucina e 40mg/kg/die per la valina.  Quindi per una  persona di 70 kg la dose giornaliera minima è di 11,6 gr nel rapporto 2:1:1. Aminoacidi ramificati nel Digiuno o Muscle Detox   La cosa da tener chiara è che nel digiuno il nostro organismo cerca di proteggere la massa muscolare (fondamentale per avere la forza di andare a cacciare nuovo cibo ed evitare cosi che il digiuno si possa prolungare troppo) e quindi per la maggior parte le calorie provengono dalle riserve di glucidi e di lipidi. Tuttavia una piccola quota di proteine devono essere utilizzate già nel digiuno notturno, in quanto il glucosio necessario per il cervello (circa 140-150 grammi) non può provenire tutta la notte dagli stock del fegato, limitati in glicogeno. Quindi se il digiuno dura alcuni giorni, i muscoli perdono degli aminoacidi, specialmente alanina, i quali vengono captati dal fegato e reni e servono per produrre glucosio. Per un uomo di 70 Kg la cui spesa energetica basale è di 1800 calorie, dopo il secondo giorno di digiuno la perdita di proteine di origine muscolare è di 75 grammi, mentre il tessuto adiposo cede nello stesso tempo 160 grammi di trigliceridi e il fegato fornisce 180 grammi di glucosio. Non è una perdita enorme, che tuttavia per un digiuno di 5-7 giorni come da me consigliato, può portare ad un calo della massa muscolare di 375-525 grammi totali. Ma non è un grosso problema, perchè può essere facilmente tamponata con l’utilizzo di aminoacidi come supplemento (tipo BCAA Muscle Detox), perchè nei muscoli lo stock di alanina è ricostituito dal catabolismo di leucina, isoleucina e valina. Li avete riconosciuti? Si, non sono altro che i gloriosi e nostri amici da sempre, cioè i ramificati. Comunque altri aminoacidi concorrono alla formazione del glucosio e sono: glutammina, serina, glicina, asparigina, prolina e teronina; per questo motivo nel programma Muscle Detox ci sono anche generose quantità di glutammina, proprio per limitare al minimo (direi anche quasi del tutto) il catabolismo muscolare. Per info sul Programma Muscle Detox (Come perdere fino a 4 Kg in 9 giorni, Senza Fame, Senza Perdere Muscoli, Senza Recuperarli successivamente) --->QUI  Informazioni nutrizionali:  Per dose (5 cpr): L-leucina (2500 mg) - L-Valina (1250 mg) - L-Isoleucina (1250 mg)  Confezione da 140 compresse (28 dosi)  ​​​​​​​ BCCA 2:1.1 integratore alimentare di aminoacidi ramificati  Ingredienti: L-leucina, L-valina, L-isoleucina  Agente di carica: cellulosa microcristallina - Amido di mais pregetalinizzato - Agenti antiagglomeranti: sali di magnesio degli acidi grassi, biossido di silicio. Agenti di rivestimento: idrossi-propil-cellulosa, acido stearico.  Indicazioni d' uso: Assumere 5 compresse al giorno. Il prodotto è indicato nei casi di ridotto apporto o aumento del fabbisogno dei nutrienti apportati.   

Aggiungi al carrello