Ordini Telefonici 06.69357264 - Spedizioni gratuite oltre i 49 €
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto

Muscle Detox

Prodotti trovati 3

L' acetil-L-carnitina è un aminoacido (cioè un mattoncino delle proteine) che viene prodotta naturalmente nel corpo e aiuta l' organismo a produrre energia. Durante il digiuno o il Muscledetox si liberano una grande quantità di acidi grassi liberi circolanti hanno bisogno dei buon livelli di carnitina per essere trasportati in modo efficiente all’ interno del mitocondrio per essere bruciati. Ma questa sostanza è contenuta sopratutto nella carne, ma essendo a digiuno, ci potrebbe essere un problema di adeguati livelli di carnitina, specialmente in contemporanea con il livello triplicato di acidi grassi circolanti rispetto alla norma.  E’ evidente che in questo senso è fondamentale la supplementazione di L-carnitina o meglio di Acetil-l-carnitina, decisamente la forma più potente ed efficace. Acetil-L-carnitina è usato anche per una varietà di disturbi mentali tra cui il morbo di Alzheimer, la perdita di memoria legata all'età, la depressione, problemi legati all'alcolismo e alla alla malattia di Lyme. E' utilizzato anche per la sindrome di Down, cattiva circolazione nel cervello, la cataratta, il dolore dei nervi a causa di diabete, il dolore dei nervi a causa di farmaci utilizzati nel trattamento dell'AIDS e la paralisi facciale. Alcuni uomini usano acetil-L-carnitina per l'infertilità, i sintomi della "menopausa maschile" (bassi livelli di testosterone a causa dell' invecchiamento), e una malattia del pene chiamata malattia di Peyronie. Come funziona? Acetil-L-carnitina aiuta il corpo a produrre energia e trasporta gli acidi grassi nel mitocondrio dove vengono convertiti in energia, facilitando cosi la perdita di peso. E' importante per il cuore e la funzione del cervello, il movimento dei muscoli, e molti altri processi del corpo. Confezione: 60 capsule da 1000 mg di Acetil L-Carnitina  Ingredienti: Acetil L-Carnitina cloridrato, Gelatina alimentare (capsula); Addensante: Cellulosa microcristallina; Agenti antiagglomeranti: Sali di magnesio degli acidi grassi; Biossido di silicio. Indicazioni d' uso: deglutire 1 capsula al giorno con acqua liquido a scelta. 

Aggiungi al carrello
La glutamina è un aminoacido neutro ed è l'aminoacido più abbondante presente nel muscolo e il sangue umano. Infatti, il 60% della riserva libera di aminoacidi nelle cellule muscolo scheletriche è composto di glutamina. La glutamina è nota come un aminoacido condizionatamente essenziale perchè nei momenti di stress (l'attività fisica è stress) il corpo ne ha un bisogno maggiore per mantenere le riserve ematiche e muscolari di glutamina. La glutammina è un aminoacido non essenziale che costituisce più del 50% del pool aminoacidico. Già nel 1990 Perry-Billings et altri, e nel 1991, Calder e Newsholme, hanno provato che la glutamina aiuta in modo importante il sistema immunitario. L'allenamento strenuo sportivo è un comunque un attacco al nostro sistema difensivo, che dovrà provvedere a ripulire e riparare il terreno cellulare danneggiato anche dallo stress e/o dalla vita privata. Ora, gli immunociti deputati a questo compito richiedono un alta quantità di glutamina nel plasma, per essere coadiuvati a questo compito. Conseguentemente se i livelli di questo aminoacido sono nel sangue sono normalmente bassi (perché la maggior parte è utilizzata dalle cellule dell'intestino tenue), la glutamina disponibile non basta e quindi dovrà venire estratta dal nostro patrimonio muscolare. Questo perchè esiste la sindrome da intestino eccessivamente permeabile o "leaky gut" (SAPI o LGS) che si accompagna ad uno stato infiammatorio sistemico, iper-reattività del sistema immunitario, sovraccarico del fegato e del sistema nervoso. I sintomi più frequenti sono quelli intestinali come gonfiore, diarrea e crampi, ma spesso compaiono anche sintomi generali come stanchezza, mancanza di energia, allergie ed intolleranze. La glutammina ripristina quindi la corretta non-permeablità intestinale, dovuta a cereali, latticini, legumi e stress.  La glutamina contenuta nei muscoli  è soltanto il 5-7% delle proteine totali e quindi il nostro organismo la produce a partire da altri aminoacidi, depauperando lentamente e inesorabilmente, la massa magra che avevamo così faticosamente acquisito. Questa "deleteria“ utilizzazione della glutamina dipende soprattutto dall'aumento dei livelli di cortisolo, un glucocorticoide che viene rilasciato in tutti i casi di stress sia patologico, sia indotto dall'esercizio fisico. Se il cortisolo è alto, l'estrazione e la produzione di glutamina (ma anche di un altro aminoacido glucogenetico, l'alalina) viene enormemente aumentata,rallentando o addirittura impedendo la crescita muscolare. La somministrazione orale o parenterale di glutamina può quindi migliorare il bilancio dell'azoto, aiutando l'atleta ad incrementare la massa magra ( e nel sedentario mantiene la massa magra impedendo l' indebolimento e l' invecchiamento), in quanto l'organismo utilizza l'integrazione dell'aminoacido invece di smontare le nostre proteine muscolari. L'acido glutaminico, prodotto nel cervello dalla glutamina (è l'unico aminoacido che riesce a passare la barriera ematoencefalica), svolge altra due funzioni fondamentali: • insieme al glucosio, è il carburante delle cellule celebrali; • combinandosi con l'ammoniaca (provoca il senso di fatica durante l'esercizio fisico), disintossica il cervello riconvertendosi nella forma primaria di glutamina. Anche l'ammoniaca nel fegato viene smaltita da questo importante aminoacido. • Anche il cervello quindi beneficia degli effetti della glutamina, in quanto la quantità di glucosio che può immagazzinare è limitata e se i livelli dell'aminoacido sono adeguati si può migliorare la funzionalità celebrale. Il glutammato monosodico dei comuni dadi da brodo e dei cibi cinesi, contiene acido glutaminico. • Altra funzione della glutamina è quella sul volume cellulare. Come abbiamo visto parlando della creatina, l'aumento della grandezza cellulare può essere il segnale per far partire gli stimoli anabolici ed anticatabolici. • La glutamina, in studi con animali, ha dimostrato di essere il più forte voluminizzatore cellulare tra quelli provati.  Se studi su umani confermeranno questa caratteristica, l'integrazione di questo aminoacido per l'aumento della massa muscolare è destinata a diventare di routine. Ulteriori azioni della glutamina sono: • sintesi del Glutatione (un importante anti-ossidante prodotto dal nostro corpo); • trasporto di azoto e atomi di carbonio; • sintesi di Urea (fegato); • sintesi dell'RNA; • sintesi di Glucosio/Glicogeno; • componente del pool aminoacidico, • carburante metabolico; • ridurrebbe il desiderio di alcool; • viene utilizzato sperimentalmente nel trattamento della • depressione, nelle ulcere peptiche, epilessia, schizofrenia e • senilità; • aumenterebbe i livelli dell'ormone della crescita  La combinazione glutamina + aminoacidi ramificati, sembrerebbe l'optimun per ottenere i migliori risultati. Infatti, come abbiamo visto, dopo una dura seduta di allenamento, l'organismo utilizza le poche scorte disponibili di glutamina e di alanina per ripristinare l'equilibrio precedente. Quindi comincia a smontare le proteine muscolari, ma soprattutto aminoacidi ramificati, che attraverso il ciclo alanina-glucosio, vengono trasformati in glucosio per sopperire all'esaurimento del glicogeno muscolare. Se si potenziano quindi i ramificati con la glutamina si ritarda notevolmente l'esaurimento delle riserve di glucogenetici, riducendo notevolmente il catabolismo muscolare e favorendo il Recupero. Addirittura molti atleti riferiscono di "sentire" la differenza tra i prodotti contenenti i soli ramificati e quelli associati alla glutammina. I risultati sul "campo" di questa combinazione sono estremamente positivi ed incoraggianti. Ingredienti: glutammina pura micronizzata - Kyowa Quality  Confezione da 100 grammi in polvere - misurino incluso della confezione  ​​​​​​​Posologia consigliata: 3 grammi al giorno in acqua 

Aggiungi al carrello
Gli aminoacidi ramificati ovvero i BCAA, al pari delle proteine, rientrano nella categoria degli integratori plastici, ovvero che favoriscono la sintesi e l’anabolismo muscolare. Il loro impiego in ambito sportivo produce effetti diversi in virtù del momento dell’assunzione. Valina, leucina ed isoleucina (sono questi i 3 aminoacidi presenti negli integratori di BCAA) rappresentano 3 aminoacidi essenziali che l’organismo utilizza anche a scopo energetico. A tal proposito, assunti prima dell’attività (almeno 40 minuti prima), contrastano la degradazione delle proteine muscolari e ritardano anche la comparsa del senso di affaticamento. Quest’ultimo effetto è principalmente dovuto al fatto che, tanto i BCAA, tanto il triptofano raggiungono il cervello mediante i medesimi canali d’accesso. Il triptofano, una volta nel cervello, è trasformato in serotonina, neurotrasmettitore che fornisce l’input dello stato di affaticamento. Maggiore è il triptofano nel cervello, maggiore sarà la produzione di serotonina e conseguentemente il senso di affaticamento. I BCAA, competendo con il triptofano, ne ostacolano l’ingresso, rallentando l’insorgere del senso di affaticamento. Quali sono gli Aminoacidi Ramificati? Composizione chimica Da recenti studi emergerebbe addirittura che i BCAA abbiano l’effetto di stimolare il rilascio di testosterone dopo l’esercizio fisico(1), in tal senso occorrerebbe assumerli circa un’ora prima per ottenere poi un aumento del testosterone sierico poco dopo il termine dell’allenamento. Una loro assunzione dopo l’allenamento agevola il recupero ed espleta le funzioni plastiche tipiche degli aminoacidi. La valina svolge le sue principali funzioni nel coordinamento muscolare, nella concentrazione, nelle funzioni nervose. L’isoleucina è fondamentale per la formazione dell’emoglobina, ed è implicata nella sintesi proteica. La leucina svolge un fondamentale ruolo plastico rispetto al muscolo, stimolando la sintesi proteica e rientrando negli elementi proteici costitutivi. Inoltre un suo impiego stimolerebbe il rilascio di GH(2). Nel corso dell’attività sportiva vi è un forte impiego (ossidazione) di leucina nel muscolo, tale da abbassare drasticamente il suo quantitativo. Gli aminoacidi ramificati sono in grado di ripristinare la massa muscolare solo in soggetti affetti da patologie epatiche, in chi ha subito interventi chirurgici, o in chi ha subito traumi. Queste sostanze sono un aiuto agli alcolisti limitando la atrofizzazione della massa muscolare ed agiscono sui neurotrasmettitori contribuendo a prevenire i disturbi neurologici che si accompagnano all’abuso di alcol. Sembra da studi fatti che questi tre aminoacidi possano essere utili nella Sclerosi amiotrofica laterale SLA malattia di Lou Gehrig ( consultare sempre il proprio medico curante). Il fabbisogno giornaliero “minimo” dei 3 aminoacidi ramificati BCAA in esame è di : 80mg/kg/die per la leucina, 46mg/kg/die per la isoleucina e 40mg/kg/die per la valina.  Quindi per una  persona di 70 kg la dose giornaliera minima è di 11,6 gr nel rapporto 2:1:1. Aminoacidi ramificati nel Digiuno o Muscle Detox   La cosa da tener chiara è che nel digiuno il nostro organismo cerca di proteggere la massa muscolare (fondamentale per avere la forza di andare a cacciare nuovo cibo ed evitare cosi che il digiuno si possa prolungare troppo) e quindi per la maggior parte le calorie provengono dalle riserve di glucidi e di lipidi. Tuttavia una piccola quota di proteine devono essere utilizzate già nel digiuno notturno, in quanto il glucosio necessario per il cervello (circa 140-150 grammi) non può provenire tutta la notte dagli stock del fegato, limitati in glicogeno. Quindi se il digiuno dura alcuni giorni, i muscoli perdono degli aminoacidi, specialmente alanina, i quali vengono captati dal fegato e reni e servono per produrre glucosio. Per un uomo di 70 Kg la cui spesa energetica basale è di 1800 calorie, dopo il secondo giorno di digiuno la perdita di proteine di origine muscolare è di 75 grammi, mentre il tessuto adiposo cede nello stesso tempo 160 grammi di trigliceridi e il fegato fornisce 180 grammi di glucosio. Non è una perdita enorme, che tuttavia per un digiuno di 5-7 giorni come da me consigliato, può portare ad un calo della massa muscolare di 375-525 grammi totali. Ma non è un grosso problema, perchè può essere facilmente tamponata con l’utilizzo di aminoacidi come supplemento (tipo BCAA Muscle Detox), perchè nei muscoli lo stock di alanina è ricostituito dal catabolismo di leucina, isoleucina e valina. Li avete riconosciuti? Si, non sono altro che i gloriosi e nostri amici da sempre, cioè i ramificati. Comunque altri aminoacidi concorrono alla formazione del glucosio e sono: glutammina, serina, glicina, asparigina, prolina e teronina; per questo motivo nel programma Muscle Detox ci sono anche generose quantità di glutammina, proprio per limitare al minimo (direi anche quasi del tutto) il catabolismo muscolare. Per info sul Programma Muscle Detox (Come perdere fino a 4 Kg in 9 giorni, Senza Fame, Senza Perdere Muscoli, Senza Recuperarli successivamente) --->QUI  Informazioni nutrizionali:  Per dose (5 cpr): L-leucina (2500 mg) - L-Valina (1250 mg) - L-Isoleucina (1250 mg)  Confezione da 140 compresse (28 dosi)  ​​​​​​​ BCCA 2:1.1 integratore alimentare di aminoacidi ramificati  Ingredienti: L-leucina, L-valina, L-isoleucina  Agente di carica: cellulosa microcristallina - Amido di mais pregetalinizzato - Agenti antiagglomeranti: sali di magnesio degli acidi grassi, biossido di silicio. Agenti di rivestimento: idrossi-propil-cellulosa, acido stearico.  Indicazioni d' uso: Assumere 5 compresse al giorno. Il prodotto è indicato nei casi di ridotto apporto o aumento del fabbisogno dei nutrienti apportati.   

Aggiungi al carrello