Ordini Telefonici 06.69357264 - Spedizioni nazionali gratuite oltre i 99 € - Spedizioni Internazionali gratuite sopra i 199 €

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Vitamina C per Soggetti con Iper Acidità

10/04/2020

La vitamina C è una delle vitamine più importanti che bisogna sempre tenere ben equilibrata nella nostra alimentazione. Per chi però soffre di iper acidità o disturbi a livello gastro-intestinale, è fondamentale saper gestire l’assunzione dell’acido ascorbico poichè è una fonte di acidità importante.

Infatti dosi elevate di vitamina C portano con sè spiacevoli effetti indesiderati. Bisogna però specificare che è quasi impossibile superare il suo apporto giornaliero massimo con la sola alimentazione. Per fare un esempio pratico, bisognerebbe infatti assumere una dozzina di peperoni o una trentina di arance per oltrepassare la dose giornaliera.
La soglia di vitamina C che porta danni all’organismo per via alimentare è quindi difficile da raggiungere, a meno che non si utilizzino le soluzioni idrosolubili o tramite infusione endovenosa. In questi due casi se non sappiamo regolarci, possiamo incorrere negli effetti indesiderati.
 
I Soggetti con problemi di iper acidità faticano ad assumere Vitamina C In Maniera Normale
​​​​​​​L’acidità presente nell’acido ascorbico (vitamina C) può essere poco tollerata a livello gastrico, motivo per cui si sconsiglia la somministrazione dei prodotti tradizionali ai soggetti con disturbi gastrointestinali legati all’acidità di stomaco, o altri disturbi che ne rendono l’assimilazione complicata e dannosa.
Se si soffre quindi di reflusso gastrico, acidità di stomaco ed altri disturbi legati al tratto gastro-intestinale, è bene prestare particolare attenzione al prodotto che si acquista e alle modalità di assunzione. Ma bisogna anche seguire una dieta bilanciata, per diminuire al massimo il consumo dei prodotti con elevata acidità che portano a stare male.
 
​​​​​​​Questo è un problema complesso, che il team di Claudio Tozzi, noto come padre della paleodieta, ha risolto producendo un integratore alimentare con un PH controllato.
Per migliorare la tolleranza a livello gastrico, la vitamina C viene salificata con minerali come il calcio, il sodio ed il potassio che collaborano insieme all’acido L-ascorbico (vitamina C), creano delle fusioni come ascorbato di sodio, di calcio e di potassio.

Nel caso si voglia provare l’assunzione di vitamina C in forma salificata, bisogna tenere in considerazione due fattori:
  • quanta vitamina C elementare è presente per ogni grammo di ascorbato;
  • quali effetti produce nell’organismo la fusione del minerale con la vitamina C.

Nel caso di ipertensione e dieta iposodica bisogna fare molta attenzione ad assumere sodio in eccesso.
Nonostante il potassio non causi problemi in persone sane, può risultare molto pericoloso per chi è presenta di problematiche renali o  prende diuretici e risparmiatori di potassio in terapia.

Quanta vitamina C si può prendere al giorno?

Gli integratori alimentari sono in genere un prodotto abbastanza sicuro. Possono però presentarsi controindicazioni ed effetti indesiderati se si è allergici ad uno o più ingredienti oppure se assunti in abbondanza, superando la dose consigliata. Si consiglia perciò di attenersi alle indicazioni, azione molto semplice da seguire dato che  in commercio gli integratori vengono venduti  in bustine monodose che contengono la totalità della quantità giornaliera da assumere. La dose giornaliera di Vitamina C consigliata dai medici è di 50mg/100mg: parliamo di 90 milligrammi per gli uomini e 75 milligrammi per le donne.
A livello scientifico, Il Food & Nutrition Board fissa a 2 grammi al giorno il livello massimo di dosaggio che si presuma essere sicuro per una persona di 25 anni sana.
In determinate condizioni il quantitativo può aumentare, come  in caso di malattie, infezioni o altre problematiche. Anche durante la gravidanza il corpo può richiedere un maggior apporto di vitamina C. In tutti questi casi consigliamo di consultare il proprio medico prima di aumentare la dose.
Bisogna tenere sempre a mente che ogni individuo reagisce in maniera diversa a seconda della sensibilità e della propria tolleranza alla vitamina C, quindi si consiglia sempre di iniziare con piccole dosi, e salire piano piano.

Come assumere vitamina C senza avere problemi di acidità e reflusso

​​​​​​​
 Ci sono 2 metodi validi per assumere Vitamina C anche se si soffre di reflusso o acidità di stomaco, possiamo farlo con una particolare dieta o con Vitamina C "pH Control" 48.
Lo slogan utilizzato per presentare il prodotto è: “Maggior assorbimento, meno problemi gastrici​​​​​​​!”
E quando a dirlo è il guru della paleodieta non possiamo fare altro che crederci.
Vediamo brevemente perché Vitamina C "pH Control" 48 è consigliata per chi soffre di disturbi gastrici.
GeoPaleoDiet ha formulato questo prodotto con magnesio e calcio, minerali in grado di tamponare e assorbire  gran parte della componente acida della vitamina C.
Inoltre per potenziare l’integratore,  è stata inserita la Quercitina, ossia un conosciuto bioflavonoide (composti naturali presenti nel mondo vegetale).
La Quercitina svolge un’azione vasoprotettiva e venotonica che, incrementando i livelli di vitamina C intracellulari, potenziano l’attività antiossidante e favoriscono la battaglia contro i radicali liberi.
In parole povere, stiamo parlando di una vitamina C che non interferisce con problemi di acidità, ma possiede PH controllato che ne permette un perfetto assorbimento del tutto naturale, 100% Bio.
​​​​​​​
 


 

 
 
 



 
​​​​​​​